Leclerc spaventa Vettel, Ferrari show ad Abu Dhabi

0
77

Debutto da ricordare per il monegasco nei test con le nuove gomme in vista della prossima stagione.

Meno di 72 ore dopo la fine della stagione 2018, ancora una volta deludente per la Ferrari, in particolare nella seconda parte del campionato, dominato dalla Mercedes fino al trionfo anticipato di Lewis Hamilton, laureatosi campione del mondo per la quinta volta in carriera al termine del Gp del Messico, proprio come accaduto nel 2017, per i tifosi delle Rosse è già tempo di guardare al futuro alla prossima stagione.

La due giorni di test svoltasi ad Abu Dhabi, infatti, ha visto sfrecciare Sebastian Vettel nella giornata di martedì e Charles Leclerc nella mattinata di mercoledì. Il tedesco aveva letteralmente volato fermando il cronometro sul tempo di 1’36″12, ottenuto con le HyperSoft in versione 2018, chiudendo davanti a Valtteri Bottas, il quale aveva invece montato le gomme in versione 2019.

All’indomani, c’era molta attesa per il debutto assoluto del monegasco classe ’97, scelto da Maranello come sostituto di Kimi Raikkonen dopo due ottime stagioni con la Sauber motorizzata Ferrari e “griffata” dal 2018 con lo storico marchio Alfa. Ebbene, Leclerc, nome di rottura nella storia recente della Ferrari che ha preferito puntare su un pilota della propria Academy piuttosto che su nomi già affermati, non ha lasciato trasparire alcun segno di emozione, piazzando subito il miglior tempo con 1.36.559, mostrando subito un ottimo feeling con le nuove gomme Pirelli che saranno utilizzate nella prossima stagione.

Leclerc ha percorso 60 giri sul circuito di Yas Marina, teatro proprio dell’ultimo Gran Premio dell’annata 2018, vinto da Lewis Hamilton davanti a Vettel e a Max Verstappen, precedendo altri due ragazzi terribili destinati a un futuro glorioso in Formula 1, il connazionale Pierre Gasly, la cui storia ricorda da vicino quella di Leclerc, essendo un prodotto del vivaio della Red Bull che lo ha fatto crescere alla Toro Rosso per poi promuoverlo dal 2019 al posto di Daniel Ricciardo, passato alla Renault, e Lance Stroll, nuovo volante, pur non ancora ufficializzato, della Force India al posto di dopo due annate alla Williams, dove è invece approdato Robert Kubica. Il polacco ha ottenuto il decimo tempo, subito dietro Antonio Giovinazzi, che nella prossima stagione sarà compagno di squadra di Kimi Raikkonen all’Alfa Sauber. Il finlandese aveva girato nella giornata di martedì fermandosi a circa un’ora dal termine per un problema tecnico sconosciuto dopo aver completato 102 giri

Si preannuncia quindi una stagione tutta da vivere in casa Ferrari, considerando i propositi decisamente battaglieri di Leclerc, già allergico all’etichetta di seconda guida: “In tutte le scuderie, tutti partono sullo stesso livello – ha dichiarato – Se poi un pilota è in lotta per il Mondiale e l’altro no è normale che il secondo aiuti il primo. Sono pronto anche io a farlo ma è l’unico caso. A parte questa eventuale situazione, non credo che andrò in Ferrari a fare il secondo”.

FONTE VIRGILIO

Facebook Comments

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here