Rapper, Francesco Zaccarelli (JAY R)

0
533




JAY R  un rapper emergente che cerca di entrare nel mondo del rap mi chiamo Francesco Zaccarelli, in arte JAY R, sono un giovane rapper “emergente” e ho pubblicato alcune mie canzoni su YouTube


Due Brani che potrete vedere qui

Base tratta da Time’s up di Jadakiss.
La traccia farà parte del prossimo mixtape dal titolo “Bomba”



Testo: Il mio rap è diretto come un pugno di Mike o come Sakara visto che siamo in italia io mi alleno così potrò paragonarlo al mio mi escono gli occhi dalle orbite cado nell’oblio se penso che non potrò viaggiare e comprare gioielli se vedo la depressione nella famiglia agnelli questi stronzi non sanno neanche come spendere i soldi non hanno inventiva non sanno viversi la vita io rimango me stesso con lavoro che amo il fine settimana coi soci saliamo sul palco e spacchiamo io me ne fotto degli atri rapper che si chiamino fibra o dogo io me ne fotto di tutti perchè non si danno fuoco io c’ho da pensare ai miei amici che non mi chiamano depressi e fumati con delle troie invischiati io c’ho da pensare ai miei a chi li camperà in vecchiaia io c’ho da pensare a me a non finire a gambe per aria la libertà è un optional per chi non ha i liquidi vedi gente da brividi che sorseggia liquidi per scordare ricordi che da lucido restano vividi per non avere una vita così e tento 10 suicidi io sono ancora dalla parte del giusto e ci rimango ma chiedo a me stesso se avrò ancora pazienza e per quanto io giuro vorrei farli fuori quelli che braccano il mio popolo gli danno le briciole e pretendono che se le godano tu sei con me cammini in questa città osservi questa realtà allora fai come me e manda tutti a fanculo dopo fermati e guardati combatti per il tuo business siamo troppo esaltati vogliamo le tipe in topless non ci fermi mai no non ci fermi mai no non ci fermi mai neanche se ci provi puttana ha solo in mente i soldi ha solo in mente i soldi restiamo gente di strada mai spacciato un grammo ma ho fatto più di qualche danno ho sempre avuto la testa alta dormito in stazione quando la testa stava da un altra parte chiamami ricco dentro come lo sceicco del Dubai dopo caccia i soldi rendimi ricco come non mai giuro che li faccio mi invento una marca di lampade faccio qualcosa del cazzo che mi farà vendere scarpe faccio soldi vendendo tavoli sassi o bottiglie qualche cazzo mi invento poi li faccio e li spendo insomma guardami ho più palle che ambizione e mi sento proprio schiacciato mica sotto pressione sono giovane e forte vogliono che sia vecchio e coglione solo per queste tasse del cazzo dovremmo fare la rivoluzione perchè dovrei fermarmi se di rime ce ne ho un milione perchè dovrei passare il mic se al ristorante non mi invita al suo tavolo e come amico è solo una finzione se qualcosa a lavoro va storto non dormo e basta per il resto ho il sonno dei giusti e ogni mattina quando mi sveglio mi si alza sono il terrore dei fonici perchè sfondo un altra cassa e ogni opinione su di me buona o cattiva mi rimbalza io non penso a ieri non penso neanche a cinque minuti fa sto con i guerrieri sulla traccia e nella realtà che tanto non ci vuole niente a scrivere un pezzo rap inzia la vita vera dopo l’ulitmo ciak occhio che il tuo film potrebbe finire in maniera drammatica come sul beat se sbagli tempo e grammatica parto alla carica vai con la prima scarica uccido chi una zecca anche di fatto non solo di soprannome come Marika sulla traccia sono un criminale sciolgo infami nell’acido come la mafia ho bombe come la jihad fermarmi non è nelle vostre possibilità non mi sento ancora sazio avvelenato spingo forte forsennato gia le cose vanno male e


dicono che poteva andare peggio se Gesù non fosse nato non c’è coalizione neanche nella nato io sto con l’uomo povero che dopo qualsiasi reato è condannato in primo grado ma non sono un timorato sorrido se mi regalano del timo e sono soddisfatto della paga di un giornata per un campo arato io mi ribello bello senza coltello ma non provocarmi affianco a me c’è chi la pensa in modo diverso e torto io non gliel’ho mai dato in cent’anni il mondo è così cambiato che la speranza c’è rimane ma ora è tutto sbagliato combatti per il tuo business se ti senti schiacciato non fare bordelli dentro lo stadio ma contro lo stato perchè tutto quest’odio se lo sono cercato Madonna quanto ho spaccato tu sei con me cammini in questa città osservi questa realtà allora fai come me e manda tutti affanculo dopo fermati e guardati combatti per il tuo business siamo troppo esaltati vogliamo le tipe in topless non ci fermi mai no non ci fermi mai no non ci fermi mai neanche se ci provi puttana ha solo in mente i soldi ha solo in mente i soldi restiamo gente di strada

Base di 50 cent – Position of power

Testo: E’ ora di un altra battaglia stai su stai su se ieri ti buttavi giù da oggi non farlo più decidi ciò che vuoi lo sai soltanto tu goditi ciò che hai e non dare retta alla tv E’ ora di un altra battaglia stai su stai su quando il tuo meglio non basta fai di più di più supera i tuoi limiti stai su stai su tocca i tuoi lividi ma non andare giù mai più Ero davanti allo specchio mi sono detto adesso smetto da quel momento ho sempre dato il cento per cento e chi mi ama mi segua come diceva quel tizio perchè io vado veloce e sono solo all’inizio esco di corsa chiudo la porta senza una borsa ma riporterò qualcosa di molto pesante e la porterò sulle mie spalle nella vita niente è certo ma stai sicuro questo ragazzo ha le palle non do retta a nessuno tranne al mio cervello il bello è che faccio quello che voglio e non dò peso alle titubanza leso dalle circostanze ma illeso quindi si aprano le danze le stanze piene di musica è l’unica cosa voglio una mia strofa cantata dagli hooligans dammi una base hardcore che la spacco la fracasso come un vetro un sasso un passo dopo l’altro E’ ora di un altra battaglia stai su stai su se ieri ti buttavi giù da oggi non farlo più decidi ciò che vuoi lo sai soltanto tu goditi ciò che hai e non dare retta alla tv


E’ ora di un altra battaglia stai su stai su quando il tuo meglio non basta fai di più di più supera i tuoi limiti stai su stai su tocca i tuoi lividi ma non andare giù mai più Vuoi dirmi che decidi tu non ci stò la mattina via di corsa six o’clock spengo il cervello solo quando accendo lo stereo quanto mi costa essere vero sul serio ogni mia rima ogni mio sguardo ogni mio gesto ci vogliono due coglioni così oggi per essere onesto è grottesco,mischio un fischio con un urlo per chiamare a raccolta ogni uomo in subbuglio che vuole cambiare le cose tenere alta la testa combattere per ciò che resta non mangiare sempre la solita minestra vedere un orizzonte migliore dalla finestra sei sicuro di vedere le mie gesta secondo me non le capisci hai detto che mi imitavi non mi sembra ancora strisci siamo perseguitati dalla serie a di baseball siamo condannati ad un destino che non abbiamo scelto E’ ora di un altra battaglia stai su stai su se ieri ti buttavi giù da oggi non farlo più decidi ciò che vuoi lo sai soltanto tu goditi ciò che hai e non dare retta alla tv E’ ora di un altra battaglia stai su stai su quando il tuo meglio non basta fai di più di più supera i tuoi limiti stai su stai su tocca i tuoi lividi ma non andare giù mai più Prendo coscienza non me la prendo con Dio perchè un Dio non possiamo punirlo figlio delle mie idee giuste o sbagliate mi trovi sempre a combattere per esse giù in queste strade




LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here